pronomipersonali
Home

Scuola Media Statale "Giovanni XXIII" Pietramelara

http://smspietramelara.altervista.org

Prof. Giuseppe Landolfi

Francese - Italiano   

Coniugatore verbi  Traduttore  Le Figaro  Le Monde  Materiale LIM  Tabelloni

 

Precedente Successiva

Pronomi personali

Pronomi personali soggetto


Esistono in francese due forme di pronome personale soggetto, àtoni e tonici, che hanno una distinta pronuncia a causa della presenza o meno dell’accento tonico.

ÁTONI

je; io
tu; tu
il; egli, esso, lui (elle; essa, ella, lei)
nous; noi
vous; voi
ils; essi, loro (elles; esse, loro)

TONICI

moi; io
toi; tu
lui; egli, esso, lui (elle; essa, ella, lei)
nous; noi
vous; voi
eux; essi, loro (elles; esse, loro)


Prima forma (àtona)

Molte forme verbali suonano allo stesso modo, e quindi l’utilizzo di questi pronomi è utile in francese per identificare la persona ed il numero.

I verbi all’imperativo, al gerundio o all’infinito non esprimono mai il soggetto.
Nelle principali e subordinate che non usano questi tempi si usa sempre il soggetto nella prima forma.

esempio:
porta la mia lettera alla posta,
porte ma lettre à la poste (imperativo);

se Luigi parte, (tu) andrai con lui,
si Luis part, tu iras avec lui.



Quando il soggetto grammaticale è un nome (anche proprio) o un pronome, diverso dai pronomi personali, si può dividere dal verbo ed essere lontano da questo.

esempio:
se la vostra cugina, nella sua risposta, dimentica (il soggetto gram. è cugina) di dare il suo indirizzo, dovrà (“la cugina”: è soggetto per il senso, ma non grammaticalmente) scrivere una nuova lettera;

se la votre cousine, dans sa réponse, oublie de donner son adresse, elle decra écrire une nouvelle lettre.


Il pronome personale soggetto francese,
quando deve essere usato, si trova sempre prima del verbo nelle frasi affermative o negative.
Quando in italiano non è corretto usarlo, quasi sempre non si utilizza neanche in francese.

esempio:
egli allora si mise a gridare,
alors il se mit à crier;

non partirai;
tu ne partiras.


I pronomi personali soggetti possono anche seguire il verbo
, unendosi a questo con una lineetta (trait d’union), quando:

a) Nelle frasi interrogative ed esclamative:

où allez-vous?

b) Con molti verbi che indicano un’ espressione, qualcosa di detto o pensato: dire, répondre, répliquer, crier (gridare), remarquer (osservare), écrire e simili (questa costruzione si utilizza anche con altri pronomi).

esempio:
non, répéta-t-elle, je ne vous comprends pas.

c) In alcune perifrasi ricorrenti, come:

semble-t-il, paraît-il (sembra), n’eût-il pas fait (quando anche non avesse fatto), lui faites-vous (se gli fate).


Omissione del pronome personale soggetto

Quando due o più proposizioni, affermative o negative, sono coordinate, unite quindi da una congiunzione (et, puis, ni, ou, mais), e quindi di uguale importanza logica, allora non bisogna necessariamente ripetere il soggetto tramite un pronome.

esempio:
i domestici sparecchiavano e si ritiravano,
les domestiques enlevaient le couvert et se retiraient;

volevo e non potevo scrivere,
je voulais et ne pouvais pas écrire.


La medesima regola si applica anche per due proposizioni divise da una virgola, se hanno pari valore logico.

esempio:
chiusi la porta, mi coricai, spensi il lume,
je refermai ma porten me couchai, éteignis ma lampe.


A volte esistono varie eccezioni, che non possono essere distinte tramite delle regole.
Si tenga in considerazione che nei seguenti casi si deve ripetere il pronome:

1) con le frasi interrogative;

2)con i verbi impersonali;

3)quando si usa una proposizione subordinata a quella contenente il soggetto logico.

Il pronome relativo -qui- e il pronome indefinito -on- (=se) non possono essere sostituiti da un pronome personale soggetto di terza persona plurale (il, ilsn elle, elles).

esempio:
j’y voyais défiler des touristes, qui restaient un jour ou deux, visitaient les curiosités de l’endroit (del posto), et disparaissaient


Seconda forma (tonica)

Questi pronomi si usano quando in italiano non sarebbe impossibile eliminare il pronome personale soggetto. Sono casi in cui il pronome è molto “visibile”.

esempio:
chi vuole essere interrogato? Io,
qui veut être interrogé? Moi;


tu, rimaner qui, tu! È impossibile,
Toi, rester ici, toi! C’est impossible.


Quando il verbo di questi casi è di modo finito, allora è necessario utilizzare anche il pronome di primo tipo, secondo le regole viste.

esempio:
ebbene, entri o non entri, tu?
Eh bien, entres-tu ou n’entres-tu pas, toi?


Generalmente, quando vi sono più soggetti con diversa persona (vedi esempio), allora si utilizza davanti al verbo il pronome soggetto àtono di persona e numero uguale al tale verbo.

esempio:
tu e loro sarete benvenuti,
eux et toi vous serez les bienvenus;

non siamo mai dello stesso parere, io e voi,
nous ne sommes jamais du même avis, vous et moi.




Precedente Successiva

Home

Scuola Media Statale "Giovanni XXIII" Pietramelara

http://smspietramelara.altervista.org

Per commenti e/o suggerimenti su questo sito:

landogiu@vodafone.it